giovedì 26 gennaio 2017

Nasce Jambo Zan

Qual è la prima cosa che salta agli occhi quando si sfoglia un fumetto? I disegni, senza dubbio!
È chiaro a tutti infatti che a realizzare un fumetto sia un disegnatore. Ma allora cosa distingue un fumetto da un’illustrazione? La risposta è semplice ma meno ovvia di quanto si pensi: il fumetto si distingue dalla altre arti figurative perché esso è prima di tutto una narrazione.
E se la narrazione è semplicemente un viaggio, beh! allora state leggendo "Le Storie di Jambo-Zan di Andrea Girelli, in arte Hermetic. La terza puntata del Format di Altheo NetTv.
E' una puntata speciale, non solo perché è completamente diversa dalle prime due, anche se siamo convinti che la quarta e la quinta, che chiudono la prima stagione di questo viaggio sogno, saranno qualcosa di altrettanto innovativo e unico.
Eh si!, perché "sentieri Astratti" è unico, un viaggio sogno, come ognuno di noi può fare, ossia tanti viaggi in un viaggio solo.
E chi di noi non ha mai pensato una volta di essere un personaggio dei fumetti?.
L'idea nasce dalla produttrice del Format, Elisabetta Franceschini.
Detto, fatto! l'unione di due amici: Andrea (fumettista) e Jambo (conduttore ed ideatore di Sentieri Astratti).
La terza puntata dal titolo: "Inseguendo il vento" è una storia che và oltre le strisce di Hermetik, ma è una dimensione alternativa alla realtà.
Sentieri Astratti diventa un fumetto nella terza puntata del Format di Altheo NetTv. E' una storia agro-dolce, una storia forte, violenta, avventurosa, ma soprattutto vera. Jambo Zan è un viaggiatore senza una meta precisa e ha quella buona o cattiva abitudine di allungare la strada, perché magari il più bello è quello che devi ancora trovare.  Un personaggio, decisamente "testa di cazzo" che però a volte sembra un delicato portavoce di tutti noi. Ascolta la batteria e chitarre elettriche ma si emoziona solo con il suono del violino. Interista ma che non parla mai di calcio.
Un personaggio che si fa decisamente i cazzi suoi ed odia tutto quello che è di mentalità provinciale.
Ma è soprattutto un viaggiatore ed il fattore più importante è che sà viaggiare. Dorme un giorno in tenda ed uno al Danieli, mangia un giorno panini e l'altro nel ristorante più elegante della "Town". Ne "salta sempre fuori" ad ogni avversità ed i suoi pensieri sono sempre ponderati.
Il fumetto si distingue dalla altre arti figurative perché esso è prima di tutto una narrazione.
E se la narrazione è semplicemente un viaggio, beh! allora state leggendo "Le Storie di Jambo-Zan" di Andrea Girelli, in arte Hèrmetìk.